Info & netiquette

Intanto presentiamoci.

Mi chiamo Stefano Silvestri, classe 87, toscano (capezzano pianore). La vita scorre liscia (oddio non proprio, ma suppongo che a nessuno scorra propriamente liscia) fino ai 18 anni quando mi iscrivo al corso di laurea in fisica “in corso” (senza ripetere alle superiori). Da allora la mia vita è più o meno costellata di eventi drammatici che coinvolgono me in prima persona, la mia famiglia e la famiglia della mia compagna: morti e malattie croniche si susseguono a un ritmo incalzante che i libri di George Martin in confronto sono idilliache descrizioni di scampagnate primaverili. Tutto questo per giustificare, forse davanti a me stesso più che agli altri, che vado pesantemente fuori corso, cosa che a questo paese, e più in generale a questo mondo, non piace molto.

In generale non eccello in nessun campo, non c’è niente che sappia fare meglio di chiunque altro, non c’è una mia specialità vera e propria, ma me la cavo alla grande in più di una cosa: smanettamenti informatici (non mi piace definirmi hacker, parola troppo inflazionata e fraintesa), culinari, elettronici sono categorie che mi hanno dato delle soddisfazioni personali.

Il lavoro? Ho fatto qualcosa ma niente di serio, in attesa del pezzo di carta (ben consapevole che il fisico come l’avevo inteso io non sarà mai il mio mestiere, leggi sopra) intendo arrangiarmi prima che sia troppo tardi a fare qualche apprendistato in giro e poi entrerò in questa brillante economia da persona anziana saggia e matura che probabilmente nessuno vuole più 😀

Il blog è stato abbandonato nel nefasto 2009, molte cose son cambiate allora, ma ho deciso di riprenderlo in mano per vedere se riesce a uscirne qualcosa di buono. Qualcosa ho scritto e di più (per il momento) non mi si può chiedere, non so ancora se trasferirò o meno alcuni articoli che vedo che vengono ancora piuttosto considerati (quello della clp 300 ad esempio, che credevo che fosse ormai una stampante estinta :P) su un sitino allegato e manderò avanti questo a blog, non so se riuscirò a incollarmi all’argomento informatica o se finirò per disperdere il mio pensiero… non so nulla, è tutto work in progress. Tutti siete liberi di postare, di offendermi di criticarmi e di aprire polemica (tanto chi legge questa pagina di solito non avrà l’intenzione di offendermi, quindi queste parole non avranno probabilmente effetti negativi :P), ognuno è responsabile di quello che posta, così come io sono libero di moderare, fidatevi solo della mia parola, non modererò opinioni motivate, tutti le frasi che seguono la logica dei predicati sono valide opinioni, le altre no. Non ci sono religioni, non c’è allineamento politico, non c’è nulla di nulla che sia un tabù, per quanto mi riguarda potete anche dire che siete fascisti e che ammirate il duce perché era bravissimo a sodomizzare preti in chiesa: non avrò grande stima di voi ma a meno che non siate in palese fase di trolling non vi verrà torto un capello per aver espresso un opinione. Al massimo posso ricordarvi che declino ogni responsabilità dei vostri commenti, quindi se scrivete cose illegali come apologia al fascismo siete voi a rispondere del reato.

Carissimi saluti, Stefano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.