Riparazione di un difetto (righe sbiadite) della samsung clp300

5 Stars (5 / 5)

Posseggo la clp 300 da un anno circa, e da un bel pezzo aveva cominciato a stampare con delle strisce verticali più chiare e altre più scure. La cosa curiosa, in ciò, è che questo difetto si rilevava solamente sul nero, quindi doveva essere un difetto che non affliggeva componenti “globali” (fusore fotosensibile etc), e il fatto che la stampa fosse difettosa solo in alcune zone simmetriche orizzontalmente (quindi strisce verticali), faceva supporre che non fosse un problema di toner in sé, ma di come si distribuiva. Dal momento in cui col passare del tempo il problema andava peggiorando, diedi retta all’impreparatissimo omino dell’assistenza samsung che mi disse che era senz’altro colpa del toner, col prevedibile risultato dello spendere 50 euro inutilmente.

Una nota sull’assistenza samsung: fa a dir poco schifo, e questo è il complimento più grande che gli si possa fare. Cercano scuse (mi dissero di provare a cambiare il toner anche dopo che l’avevo già fatto, “cade la linea” in continuo, tutti quanti chiedono una cosa diversa etc.), sono impreparati (non sapevano che la clp300 era una stampante, e al telefono li senti proprio esitare) e non sono per niente cortesi . Per par condicio, mi dicono che più o meno tutti i centralini di assistenza si comportano nella stessa maniera, quindi il consiglio più appassionato che posso darvi è di andare dal venditore e farvelo mandare in garanzia da lui (che in alcuni casi vi dirà che “vi conviene” farlo da soli così ve lo vengono ad aggiustare direttamente a casa, ha ragione, ma non credete che sia il motivo principale, vuole evitarsi odissee alle quali però andreste incontro voi :P).

Continuando decisi, anche in virtù di quanto detto poco fa, di cercare un po’ di documentazione su internet e così partii a informarmi su chi fosse il vero colpevole (non avevo grande esperienza nel campo, era la mia prima stampante laser), postai su hwupgrade e qualcuno mi consigliò di seguire i suggerimenti di un tipo di un altro forum, passandomi il link.
Questo tizio del forum aveva fatto un post per il problema che aveva avuto e poi aveva educatamente postato la soluzione: diceva che bastava smontare il rullo fotosensibile e pulire la lama (così mi pare la chiamasse) incriminata, nel suo caso del giallo. Altri chiamano questo componente dotato di suddetta lama o coltello, drum o tamburo, mentre il manuale di servizio samsung li chiama developers. Questo mi ha senz’altro aiutato, tuttavia per un non esperto di stampanti laser, tantomeno a colori, non è un grandissimo aiuto, intanto perché devi andarti a cercare il nome e la lista dei componenti, poi non sai COME aprirli e pulirli, operativamente. Ieri sono riuscito a farlo con mia grande soddisfazione, oggi cerco di aiutare chiunque abbia il mio stesso problema (che pare essere un difetto molto comune, anche perché secondo me dipende dal toner marcio che vende in dotazione la samsung) a risolvere il problema da solo. Un piccolo disclaimer: Le stampanti laser sono piene di componenti sensibili a tutte le fonti di energia. Si tratti di campi elettrici (rari) o magnetici (a quanto pare), più comuni in prossimità di CRT e alimentatori, o addirittura semplici sorgenti luminose, oltre alle ovvie forze meccaniche, possono danneggiare il rullo fotosensibile. Il resto è sempre un accrocchio fatto di viti e ingranaggi di plastica che alla fine dovranno di nuovo incastrarsi come in origine, nel mio caso hanno causato al massimo un po’ di cigolio iniziale o un piccolo “click” quando si indentavano al primo avvio. Non fate questo lavoro se non ve la sentite, e proteggete il fotosensibile con cura maniacale da luce e colpi, tenendolo lontano da apparecchi bizzarri. Io mi sono limitato a coprirlo con un foglio (tanto coi fogli ci deve avere a che fare) e un paio di giri di scottex, per poi appoggiare il tutto su un impasto simile fatto di scottex e carta, per il resto, tipicamente, tranne urti drastici o drammi simili dovreste essere abbastanza al sicuro.

Aprite la stampante e estraete la vostra “imaging unit”, composta dai toner, il fotosensibile e i vari developers. Potete fare questo tirando verso di voi con la maniglia verde acqua che si trova in basso nel centro con un minimo di vigore (a questo punto non dovreste spaccare niente salvo fallimenti catastrofici). Preparatevi che questo semplice gesto potrebbe già sporcare un po’, e secondo alcuni il toner sarebbe dannoso per le vie respiratorie, dagli studi sembrerebbe di no ma un po’ di precauzione non ha mai ucciso nessuno. Mettete un foglio a4 a tappare il rullo fotosensibile, di colore verde brillante situato al lato opposto del toner, per il momento basterà appoggiarlo sopra delicatamente. Adesso estraete man mano i vari secchiellini di toner e alla fine anche il cestino di scarico del toner (quel coso grigio sulla sinistra), potete estrarre quest’ultimo usando l’impugnatura che si trova alla sua sinistra. Badate che se prima rischiavate di sporcare un po’ adesso l’asticella che va a confluire nello scarico dovrebbe quantomeno “fumare” un pochino. Riponete i 5 pezzi da parte: non serviranno finché non rimonterete il tutto.
E’ tempo di svitare il prezioso e delicato fotosensibile. Ancora una volta state attenti che se lo accozzorate è da buttare via, tenetelo un po’ al buio ma senza fare movimenti bruschi, in caso di dubbio meglio un po’ di luce (decisamente meglio) che non una tacca che si riprodurrebbe su tutte le pagine da quel momento in poi. Le viti si trovano una su un lato, l’altra in fronte, ma un po’ più internamente. A proposito di questa vite, se avete messo il foglio a4 ci sta che l’abbia coperta, spostate il foglio in modo che il braccio di plastica non sia più sotto, e abbassatelo in modo che la vite diventi visibile. A questo punto aggiungere dello scottex sopra al foglio può aiutare nel caso in cui vi cada il cacciavite mentre svitate (anche se non dovrebbe fare grandi danni, di per sé). Una volta rimosse le viti potete da un lato allargare il braccio in modo che scorra fuori, dall’altro l’unico modo che ho trovato è stato forzarlo un po’, l’incastro è davvero malevolo. Per quanto, per tutto il tempo, abbia temuto la rottura del braccio di plastica fortunatamente non è successo niente e alla faccia del mio timore e del mio sudore sono riuscito a farlo uscire senza dolori.

]Adesso non fate movimenti bruschi: il fotosensibile dovrebbe essere collegato al resto con una serie di fili. Ruotate, fin quando vi riesce, il fotosensibile rispetto allo stesso filo (in senso orario visto dall’alto, dovreste riuscire a ruotarlo di quasi 180 gradi), poi poggiatelo e abbondate di coperture e armature imbottite varie. Ora dovreste vedere, dietro allo stesso, i vari developer del toner, si riconoscono ovviamente dal colore, il nerò è più in basso e il giallo più in alto (d’ora in poi terrò questo sistema di riferimento, in basso verso il nero e in alto verso il giallo).

I drum sono estraibili senza bisogno di forza né di cacciavite, sono solo collegati con una guida e una molla come i cassetti nelle scrivanie. Se avete, come nel mio caso, il nero difettoso potete tranquillamente sfilare gli altri toner (cercando, quando possibile, di farlo ruotare in senso orario, in modo di non andare mai incontro al fotosensibile, a volte è un po’ laborioso ma sempre possibile, e sono più facili a rimettere che non ad estrarre quindi non abbiate timore, una volta arrivati qui il difficile è passato) e posizionarli da parte, questi non dovrebbero essere fiosi come il fotosensibile, cercate solo di non picchiottarli in giro per la stanza o appoggiarli su superfici bizzarre e dovreste essere a posto, le solite precauzioni.
Dovreste vedere, nel colore “incriminato” che la distribuzione del toner nel rullo è disomogenea, in particolare la zona che veniva più sbiadita si percepisce come una fascia un po’ meno opaca, su cui la luce si riflette di più. Ebbene questo significa proprio che cattura meno toner. Preparatevi all’impataccata del secolo: andatevi a prendere un sacchetto di plastica non bucato e mettete mano al solito cacciavite per svitare il pannellino metallico che sta sopra il tamburo prestando attenzione: sotto c’è un centimetro di toner che sottoposto a vento o pressione fuoriuscirà!

Ci sono 5 viti da svitare: due tengono due placchette in pressione sul pannello a entrambi i lati e una, centrale, tiene il pannello. Svitate tutte e 4 le viti, posizionate le placchette da parte in modo da ricordare dove e come vadano reinserite (in particolare cercate di ricordare che si devono incastrare sul pezzo di plastica nera che viene in fuori altrimenti si deformano), potete procedere all’estrazione del pannellino. Fate leva con un cacciavite piatto ai bordi del pannellino che adesso è svincolato ed è libero di uscire a meno di un minimo di depressione, ricordando di fare ammodo che se alzate bruscamente sarà il festival del toner, una goduria per polmoni e superfici domestiche. Una volta estratto mettetelo nel sacchetto, prendete un po’ del fedele scottex e ripulitelo in modo che il grosso del toner si vada a depositare nel sacco e non nell’aria, poi estraetelo per la pulizia di fino.
Il lato vicino al rullo (infatti mi dicevano di pulire i rulli, la terminologia è tecnicamente sbagliata perché i rulli erano perfetti) dovrebbe essere quello incriminato, personalmente ho trovato del toner incrostato che mi ha fatto pensare male della samsung (neanche avessi mai usato dei compatibili o autorigenerati!), ma nel vostro caso potrebbero essere anche un po’ di polvere, pezzi di carta bruciati, ragni morti, topi vivi, burbiglioni vari o cos’altro abbiate in casa, non mi interessa, fatto sta che per pulire dovrebbe bastare una vigorosa strusciata con un panno morbido e dell’alcool, così facendo rimuovete anche gran parte delle imperfezioni devo dire quasi “microscopiche” che impedivano una buona stampa. Una volta che siete certi della qualità della pulizia che avete operato (ricordate la fatica di smontare? vorrete evitarvi una nuova operazione, no?) potete chiudere e rimontare tutto. Un minimo di attenzione per le viti che vanno strinte di nuovo quanto prima, soprattutto quelle laterali, altrimenti vi sbrodolerà toner ai bordi e ve lo troverete anche sui fogli stampati, un altro pò di attenzione a maneggiare il fotosensibile (fate attenzione, quando lo reinserite, agli incastri che stanno in basso, smontando non si notano ma se rimontando sono vitali) e con l’invito a ricordarvi del secchiellino grigio del toner waste, e sarete di nuovo pronti.
Se la stampante si accende ma si inceppa facendo il ready check prima di ridistribuire il toner probabilmente avete rimontato male, a me è successo la prima volta. Ho smontato, rimontato e funzionava di nuovo, vattelappesca perché.

A richiesta (postate qua sotto o inviatemi un’email a kibuzo at altervista.org) invio una pagina che ho usato come riferimento per smontare la clp 300, si tratta di un esploso dell’imaging unit così come dovrebbe servire a voi, con tanto di freccine per dove vanno le viti, così intanto intuite l’entità del lavoro che dovrete fare e vi preparate psicologicamente, insieme ad essa potrebbe essere disponibile la lista dei pezzi della stampante, con disegnato il percorso fatto dalla carta, una sezione della stessa stampante, in sostanza.

90 thoughts on “Riparazione di un difetto (righe sbiadite) della samsung clp300

  1. Ciao Kibuzo!
    Per diversi anni, mai nessun problema con la mia CLX 2160 (cioè una CLP 300 con in più lo scanner).
    Da qualche settimana ho notato un progressivo deterioramento della qualità di stampa, specialmente con il ciano, al centro e sulla parte destra del foglio (la parte sinistra esce ancora egregiamente).
    Dopo aver letto questo tuo vecchio post ed i commenti entusiastici, ho deciso di cimentarmi anche io nella pulizia dell’ambaradan. Puoi inviare anche a me il famoso file con l’imaging unit “esplosa”?

  2. anche io, ma penso la maggior parte dei possessori di questa clp 300, ho lo stesso problema, cortesemente mi invii lo schema che ci provo….. prima di buttarla ……. grazie

  3. Stesso problema anche io.
    Grazie per le spiegazioni che hai dato; cortesemente, potresti inviare anche a me lo schema?
    Grazie mille in anticipo.

  4. Sistmati i problemi che avevo coi commenti, scusate.
    Adesso invio di nuovo a chi volesse postare 😛

  5. Ciao..
    Nella speranza che funzioni anche con la clx3185, me lo invii l’esploso della stampante, per favore?
    Grazie

  6. ho riscontrato lo stesso problema con una riga di giallo ti sarei grato se puoi inviarmi lo spaccato per smontarla ti ringrazio anticipatamente bruno

  7. Ciao,
    dovrei cimentarmi anche io nel tentativo di recupero,
    mi mandi cortesemente lo spaccato ?

    Grazie mille.

    Mario

  8. Ciao Kibuzo, anche io ho il tuo problema….
    mi invieresti il disegno dell’ esploso anche a me ?
    Grazie 12000 e complimenti x la guida e per la
    condivisione gentilissima.
    Dobbiamo ribellarci alle multinazionali che ci spremono
    tutti i giorni senza pieta’ !!!! (samsung compresa)
    Francesco

  9. sembra proprio il problema che ho con la mia clp315, puoi gentilmente inviarmi l’esploso? grazie mille per la guida!

  10. ciao, anch’io sto impazzendo con la mia samsung clp 300… mi lascia tremende strisciate di colore e ultimamente è arrivata addirittura a fare quasi un effetto carta copiativa della stampa precedente su un altro file. potresti mandare anche a me l’esploso del malefico aggeggio? potrei cimentarmi anch’io nella pulizia… grazie mille!

  11. Ciao Kibuzo,
    ho trovato la tua guida molto interessante e spero mi sia anche utile, hoil tuo medesimo problema e mi voglio cimentare nello smontaggio, mi puoi per cortesia inviare lo schema dell’esploso…???
    Grazie
    Un saluto

  12. grazie bel articolo io possiedo una xerox phaser 6110 dovrebbe essere simili mi dicevano puoi mandarmi l’esploso cosi posso capirci dentro qyalcosa di piu

  13. Scusami: potresti inviarmi lo schema?
    Ho una CLX – 2160, la multifunzione.
    MI dispiace buttare questa stampante, si trovano i toner compatibili a praticamente nulla.
    L’avevo pulita anni fa (la solita lama che andava levigata), ma non gtrovo più i disegni per lo smontaggio.
    Ti ringrazio in anticipo…
    Tiziano.

  14. mi puoi mandare Cortesemente la guida per lo smontaggio della mia stampante Samsung CLP 300 che non ci riesco.
    Grazie x la collabozione.

  15. Ciao quasi lo stesso problema con una riga di giallo che fa dritta per la larghezza del foglio della mia CLX 2160. Potresti inviarmi lo spaccato per smontarla? Ti ringrazio anticipatamente, Giacomo.

  16. Dopo quasi dieci anni mi sa che ho lo stesso problema, la mia ha incominciato a nn pescare piu la carta, ho provato a portarla a riparare ma nessuno la prende, sono riuscito a sistemare il problema della carta e ora stampa a righe verticali. Puoi inviarmi lo schema per smontarla. Grazie.

  17. Ciao, mi sa che ho lo stesso problema, ti sarei grato se potessi inviarmi lo schema. Grazie per il post!

  18. Ciao Kibuzo. Grazie della guida! Riesci a mandarmi l’esploso pure a me? Grazie in anticipo!

  19. Ciao, anche stesso problema con CLP310 a colori… Mi puoi mandare lo schema?
    Grazie!!!!!

  20. Posso avere anche io lo schema? Grazie mille, complimenti per le istruzioni che condividi con noi!

  21. ottimo articolo! anch’io mi cimenterò nell’impresa. però mi sentirei più sicuro se avessi il tuo esploso
    me lo potresti inviare? grazie

  22. ciao, anch’io penso di avere lo stesso problema con la mia samsung clp 300. potresti cortesemente inviarmi il disegno dell’esploso per poter smontare e pulire la stampante? ti ringrazio veramente.

  23. Devo avere anch’io lo stesso problema sulla mia CLP315. Ho appena sostituto il toner nero sperando che fosse lì il problema (effettivamente segnalava che era terminato) ma ho sempre la striscia verticale e una copia di quello che stampa in alto sul fondo del foglio.
    Se gentilmente mi mandi l’esploso provo a valutare se lanciarmi nell’operazione di smontaggio e pulizia.
    Grazie mille!

  24. Bravo Kibuzo! Vedo che sei richiestissimo 😉 Quindi ti chiederei anche io lo schemino per la mia CLP-315. Sono arrivato a smontare il cilindro verdino ma poi ho avuto paura di fare danni. Con uno schema ci ritenterei più tranquillo.
    Grazie in anticipo

  25. Inviati.
    Attenzione che la clp315 in generale è piuttosto diversa dalla 300, e il problema si potrebbe risolvere semplicemente cambiando il toner!

  26. Ciao, avrei bisogno anche io dell’esploso e/o altro materiale se cel’hai. Grazie mille.

  27. ciao!
    GRANDISSIMO AIUTO QUESTA TUA SPIEGAZIONE!
    mi invieresti anche a me la scheda? cosi almeno provo prima di buttare tutto..
    ahahahaha grazie

  28. Ho una CLP-300 con il problema esposto. Puoi inviarmi il disegno dell’esploso per poter smontare e pulire la stampante?
    Mille grazie

  29. Anch’io ho lo stesso problema di stampa a strisce degli altri con la mia Samsung CLX-2160.
    Potresti mandarmi lo schema di smontaggio e pulizia come “i miei sfortunati colleghi” di cui sopra?
    Grazie tante per la tua gentilezza e comprensione
    Mario

  30. Ciao Kibuzo, mi manderesti per cortesia l’esploso della clp300. Grazie infinite

  31. Inviati. Ancora una volta con un po’ di ritardo, abbiate pazienza leggo di rado i commenti purtroppo.

Comments are closed.