Il buco nero.

Forse alcuni di voi affezionati lettori (non si contano sulle dita) avranno avuto modo di notare il mio modo un po’ sgangherato e beciaro di protestare, la mia tendenza a contenere insulti più o meno velati alla gentaglia che occupa il parlamento, a questo o quel politico, a questa o quella fazione, a un punto o un’altro di qualche legge.
Non sono sempre stato così, c’erano tempi in cui credevo molto di più nella civiltà e nel rispetto, e credetemi, stavo meglio allora di adesso, non solo “fisicamente”, ma mi stimavo anche di più.
Con questo articolo intendo segnalare un sito, quello dei ricercatori precari dell’INFN, (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), che hanno un modo di protestare quasi poetico dal mio punto di vista, un bel nome, un bel logo, articoli ben fatti, commenti educati e tutti quanti sensatissimi. Dal mio punto di vista protestano nel modo ideale, invece di spargere odio nei confronti di chi li calpesta stanno cercando di farsi amare, cosa davvero difficile nell’italia d’oggi per gente onesta che lavora onestamente.

Il link è questo
Vi segnalo anche il loro video di presentazione, che spiega chi sono e per cosa combattono, lo trovate qua

Grazie dell’attenzione e complimenti agli autori e ai frequentatori del sito.